Photography Tommaso Del Panta | Rugby campionato Eccellenza
44
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-44,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,paspartu_enabled,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.7,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
Date
Category
event, italy, photography, rugby, sport, work

Rugby campionato Eccellenza

Organizzato dalla Federazione Italiana Rugby[1], esso si svolge dalla stagione 1928-29 e da allora si è ininterrottamente tenuto fatta eccezione per gli anni 1944 e 1945. In passato fu noto come Divisione NazionaleSerie ASerie A1 e, per un breve periodo nella prima metà degli anni sessanta, ancora come Eccellenza. Nel 2001 assunse la denominazione di Super 10 e la sua organizzazione fu posta in capo alla Lega Italiana Rugby d’Eccellenza. Con lo scioglimento di quest’ultima avvenuto al termine della stagione 2008-09[2] è la Federazione ad avere ripreso da tale data l’organizzazione diretta del torneo[1], che ancora per la stagione 2009-10 aveva conservato la denominazione di Super 10.

Il torneo, su base nazionale, si svolge in due fasi: una prima a girone unico[1] tra 12 squadre[3] (stagione regolare), che si tiene normalmente da settembre a maggio, alla fine della quale si decide la squadra retrocedenda in categoria inferiore. A seguire è prevista una fase di playoff e una finale in gara singola in casa della miglior classificata durante la stagione regolare[3]. Tale formula è in vigore dal 1987-88[4] con la sola eccezione del torneo 2011-12, quando la finale si tenne in gara doppia.

Al di sotto dell’Eccellenza si trovano la Serie A e la Serie B, rispettivamente seconda e terza serie nazionale, organizzate a gironi geografici, e la Serie C, organizzata su gironi regionali.

La vittoria nel campionato dà al club vincitore il titolo di campione d’Italia per la stagione successiva; a tutta la stagione sportiva 2016-17 la squadra che ha vinto più titoli è l’Amatori Milano (18, tredici dei quali nel periodo anteguerra), che fu anche la prima società in assoluto a vincere lo scudetto; tra le altre contendenti che hanno guadagnato più di 10 titoli e il diritto a vestire la stella d’oro sulle maglie figurano il Benetton Treviso con 15, due dei quali (1956 e 1978) quando la società si chiamava solamente Rugby Treviso; a quota 12 titoli si trovano il Petrarca di Padova e il Rovigo.

Il campionato ha visto avvicendarsi diverse formule: prescindendo da quella attualmente in vigore, la più storicamente adottata è quella del girone unico all’italiana, fin dagli anni trenta; a seguire, più gironi con playoff oppure con girone finale per l’assegnazione dello scudetto.

Detentore del titolo è il Calvisano che, nella gara di finale 2016-17 disputata sul proprio campo interno contro la campione uscente Rovigo, ha vinto 43-29 conquistando il suo sesto scudetto.

A tutto il 2016-17 le edizioni del torneo disputate sono 87.

 

Fonte Wikipedia